Analisi SWOT - analisi PEST e analisi PESTEL
Skip to main content

Analisi SWOT - analisi PEST e analisi PESTEL

Alcune buone regole per condurre una Analisi SWOT di successo

Analisi SWOT, analisi PEST o analisi PESTEL, le analisi di strategie aziendali.

Cos'è una analisi SWOT

Che cos'è un'analisi SWOT? Una tecnica utilizzata per determinare e definire i punti di forza (Strenght), debolezza (Weakness), opportunità (Opportunity) e minacce (Treaths). Le analisi SWOT possono essere applicate a un'intera azienda o organizzazione o a singoli progetti all'interno di un singolo dipartimento.

Condurre un'analisi SWOT è un modo efficace per valutare nuove iniziative o strategie ma anche per misurare l'efficienza generale aziendale o di un progetto. Tale tecnica fu ideata da Albert Humphrey attorno agli anni '60 all'Università di Stanford. In questo articolo analizzeremo assieme cos'è un'analisi SWOT, vedremo alcuni esempi e strategie per condurre un'analisi SWOT completa. Vedremo anche come estendere i vantaggi di una analisi SWOT attraverso lo strumento di analisi PEST e analisi PESTEL.

Più comunemente, le analisi SWOT sono utilizzate a livello organizzativo per determinare quanto strettamente un'impresa è allineata con le sue traiettorie di crescita e parametri di successo, ma possono anche essere utilizzate per accertare il rendimento di un particolare progetto - come una campagna pubblicitaria online - secondo le proiezioni iniziali.

Sappiamo che analisi SWOT sta per:

  • Punti di Forza (Strenght)
  • Punti di Debolezza (Weakness)
  • Opportunità (Opportunity)
  • Minacce (Treaths)

ma cosa significano queste parole? Diamo un'occhiata a ciascun elemento singolarmente.


analisi SWOT: Forza (Strenght)

Il primo elemento di un'analisi SWOT sono i punti di forza.

Come probabilmente hai indovinato, questo elemento affronta le azioni che l'azienda o il progetto in esame fa particolarmente bene. Questo potrebbe essere qualcosa di immateriale, come gli attributi del marchio aziendale, o qualcosa di più facile da definire come la proposta di vendita unica di una particolare linea di prodotti. Potrebbe anche essere la competenza, il personale, le risorse umane (Human Resources), una forte leadership o un grande team di ingegneri.


analisi SWOT: Debolezza (Weakness)

Una volta compresi i punti di forza, è tempo di concentrarsi su quella consapevolezza di sé critica nelle debolezze. Cosa trattiene l'azienda o un suo progetto? Questo elemento può includere sfide organizzative come la carenza di personale qualificato e limitazioni finanziarie o di bilancio.

Questo elemento di un'analisi SWOT può anche includere punti deboli rispetto ad altre società del medesimo settore.


analisi SWOT: Opportunità (Opportunity)

Il prossimo punto sono le Opportunità. L'azienda non riesci a tenere il passo con il volume di lead generati dal team di marketing? Questa è un'opportunità. L'azienda sta sviluppando una nuova idea innovativa che aprirà nuovi mercati o dati demografici? Questa è un'altra opportunità. In breve, questo elemento di un'analisi SWOT copre tutto ciò si potrebbe fare per migliorare le vendite, crescere come azienda o far progredire la missione dell'organizzazione.


analisi SWOT: Minacce (Treaths)

Minacce, è l'elemento finale di un'analisi SWOT. Tutto ciò che rappresenta un rischio per l'azienda o per la sua probabilità di successo o crescita. Ciò potrebbe includere aspetti quali: concorrenti emergenti, cambiamenti nella normativa, rischi finanziari. Qualsiasi altra cosa che possa potenzialmente mettere a repentaglio il futuro dell'azienda o del progetto in analisi.


Analisi Swot, innovation manager, Headvisor, lean production, Brescia, Bergamo, Milano

Fattori interni ed esterni

I quattro elementi sopra riportati sono comuni a tutte le analisi SWOT. Tuttavia, molte aziende suddividono ulteriormente questi elementi in due sottogruppi distinti: interno ed esterno.

In genere, i punti di forza e di debolezza sono considerati fattori interni, in quanto sono il risultato di decisioni organizzative sotto il controllo dell'azienda o squadra. Un alto tasso di abbandono del personale, ad esempio, sarebbe classificato come un punto debole, ma il miglioramento di un elevato tasso di abbandono è ancora sotto il controllo organizzativo, rendendolo quindi un fattore interno.

Lo stesso metodo si applica anche ai fattori esterni. I concorrenti emergenti verrebbero classificati come una minaccia in un'analisi SWOT, ma poiché non sono variabili controllabili, c'è poco che si possa fare al riguardo, rendendole di conseguenza un fattore esterno. Questo è il motivo per cui si potrebbe aver già incontrate analisi SWOT denominate analisi interne-esterne o matrici IE.

Sottocategorizzare i quattro elementi principali in fattori interni ed esterni non è fondamentale per il successo dell'analisi SWOT, ma può essere utile per determinare un nuovo punto di vista o valutare il grado di controllo su un determinato problema o opportunità.

Ora che sappiamo cosa significa ciascuno degli elementi di un'analisi SWOT, diamo un'occhiata a come creare e condurre un'analisi SWOT.


Come condurre un'analisi SWOT

Come condurre un'analisi SWOT

Come le matrici a vantaggio delle funzionalità, esistono diversi modi per condurre un'analisi SWOT. Tuttavia, indipendentemente da come si decida di strutturare questa analisi, dobbiamo iniziare ponendo una serie di domande.

Prendiamo ad esempio il nostro primo elemento, punti di forza. Per determinare quali siano i veri punti di forza dell'organizzazione, si potrebbe iniziare ponendo alcune delle seguenti domande:

  • Cosa apprezzano i clienti dell'azienda o dei suoi prodotti?
  • Che cosa fa meglio l'azienda rispetto ad altre aziende del medesimo settore?
  • Quali sono gli attributi del marchio aziendale di maggior successo o positivi?
  • Qual è la proposta di vendita unica?
  • Quali risorse ha a disposizione l'azienda che i suoi concorrenti non abbiano?

Rispondendo a queste domande, si possono identificare e elencare i punti di forza dell'organizzazione aziendale.

Possiamo utilizzare lo stesso principio per determinare i punti di debolezza aziendale:

  • Cosa non apprezzano i clienti dell'azienda o dei suoi prodotti?
  • Quali problemi o reclami sono spesso menzionati nelle recensioni negative?
  • Perché i clienti se ne vanno?
  • Cosa potrebbe fare meglio l'azienda?
  • Quali sono gli attributi del marchio più negativi?
  • Quali sono i maggiori ostacoli / sfide nell'attuale canalizzazione di vendita?
  • Quali risorse hanno i concorrenti che non si possiedono in azienda?

Potremmo scoprire che nell'analisi SWOT appena condotta, determinare i punti di forza e di debolezza nell'organizzazione o progetto è considerevolmente più semplice e richiede molto meno tempo rispetto a capire le opportunità e le minacce che la l'azienda deve affrontare. Questo perché, come detto sopra, si tratta di fattori interni.
I fattori esterni, d'altra parte, possono richiedere più sforzi e fare affidamento su più dati, poiché questi sono spesso al di là della sfera di influenza immediata.
Identificare opportunità e minacce potrebbe richiedere di condurre ricerche approfondite sull'analisi competitiva su ciò che i concorrenti fanno o sviluppare esami di tendenze economiche o commerciali più ampie che potrebbero avere un impatto importante in termini di sforzo economico e di tempo.
Ciò non significa che opportunità e minacce non possano essere interne, tuttavia, si potrebbero scoprire opportunità e minacce basate esclusivamente sui punti di forza e di debolezza già insite in azienda.

Alcune possibili domande da porsi al fine di identificare potenziali opportunità potrebbero includere:

  • Come possiamo migliorare i nostri processi di vendita / assistenza clienti?
  • Che tipo di dialogo abbiamo con i nostri clienti?
  • Come possiamo coinvolgere ulteriormente i nostri clienti più fidelizzati?
  • Stiamo allocando risorse dipartimentali in modo efficace?
  • Esistono budget, strumenti o altre risorse che non stiamo sfruttando a piena capacità?
  • Quali canali pubblicitari hanno superato le nostre aspettative - e perché?

Quando si tratta di minacce, si potrebbe certamente iniziare ponendo una serie di domande come quelle sopra. Tuttavia, è abbastanza facile elaborare un elenco di potenziali minacce per l'azienda o il progetto. Ciò potrebbe includere minacce "di marca" come concorrenti emergenti o consolidati, minacce più ampie come il cambiamento degli ambienti normativi e la volatilità del mercato, o persino minacce interne come un elevato turnover del personale che potrebbe minacciare o far deragliare la crescita attuale.


Analisi PEST e analisi PESTEL

Mentre ci occupiamo di fattori interni rispetto a fattori esterni, è utile menzionare un tipo di analisi tangente ma completamente separata e tuttavia molto pertinente alle analisi SWOT, nota come analisi PEST e analisi PESTEL.

In precedenza, si è fatta distinzione tra fattori esterni come il cambiamento delle politiche normative e la volatilità del mercato possano essere considerati minacce in un'analisi SWOT standard. Tuttavia, nonostante la loro importanza, sfide come questa sono spesso deviate o guidate da dozzine o centinaia di singoli fattori. Questi possono quindi collocarsi vicino allo scopo di una tipica analisi SWOT. Ecco perché molte aziende conducono anche una analisi PEST abbinata ad una analisi SWOT.

Un'analisi PEST funziona in modo molto simile all'analisi SWOT, solo che si occupa di quattro fattori totalmente esterni all'azienda in esame. Di seguito i Fattori di una Analisi PEST:

  • Fattori Politici
  • Fattori Economici
  • Fattori Socioculturali
  • Fattori Tecnologici

Nella versione più recentemente, l'analisi PEST è stata aggiornata in analisi PESTEL aggiungendo i seguenti fattori esterni:

  • Fattori Ecologici
  • Fattori Legali

Uno dei motivi principali per cui vale la pena esaminare le analisi PESTEL è perché molti dei fattori che potrebbero finire in una matrice PESTEL potrebbero anche essere rilevanti per le opportunità e le minacce nella nostra analisi SWOT. Il tumulto sanitario, politico ed economico innescato dalla pandemia COVID-19 a cui abbiamo assistito in Italia e in tutto il mondo nel 2020, ad esempio, rappresenta benissimo un insieme di minacce legittime e serie per molte aziende (oltre ad alcune opportunità). Questi tipi di ostacoli tendono ad essere molto più complicati delle opportunità e delle minacce che si possono trovare nella maggior parte delle analisi SWOT. Data la loro scala più ampia e le complesse ripercussioni a livello sociale, nazionale o addirittura globale hanno bisogno di analisi specifiche e condotte in modo analitico e professionale.


Headvisor, Analisi PEST, analisi PESTEL

Gli ostacoli identificati in una tipica analisi PESTEL tendono anche ad avere tempi molto più lunghi: è più facile e veloce provare a superare le sfide interne come un elevato turnover del personale piuttosto che aspettare e vedere se l'economia si alzerà nuovamente o cambieranno drasticamente gli stili di vita. Ecco perché molte grandi aziende conducono simultaneamente analisi SWOT e analisi PESTEL per tentare di avere un quadro maggiormante completo del loro business aziendale. L'analisi SWOT fornisce roadmap più immediate e potenzialmente attuabili, mentre le analisi PESTEL possono essere di grande valore quando si tratta di formulare piani industriali a più lungo termine e strategie aziendali.

Ci sono molti vantaggi nel fare un'analisi SWOT, anche per le aziende più piccole, offrendo un'opportunità unica per ottenere maggiori informazioni su come opera il modello di business dell'azienda.

È fin troppo facile perdere il focus aziendale nei meandri delle attività quotidiane aziendali. Condurre quindi un'analisi SWOT consente di avere una visione più ampia, ad alto livello dell'attività e della posizione che occupa nel suo specifico mercato o settore.
Un altro vantaggio delle analisi SWOT è che questa tecnica può essere applicata a una vasta gamma di scenari, non solo come una panoramica aziendale. È possibile utilizzare le analisi SWOT per valutare i potenziali punti di forza e di debolezza di una futura campagna pubblicitaria, un progetto di contenuto pianificato o anche se partecipare ad una fiera di un evento del settore. Ovviamente, condurre un'analisi SWOT consentirà di identificare ciò che l'azienda sa far bene, dove potrebbe migliorare e le opportunità e le minacce che serve assolutamente affrontare. Tuttavia, condurre un'analisi SWOT offre l'opportunità non solo di identificare questi fattori, ma anche di sviluppare e implementare roadmap e tempistiche tangibili per potenziali soluzioni. Questo può essere utile nella creazione di piani di bilancio, nell'identificazione delle esigenze di assunzione e in altre pianificazioni strategiche a medio-lungo termine.

Innovation ManagerTutorialInnovation Manager

Chiedici una consulenza gratuita


I nostri esperti sono a tua disposizione!






Headvisor - Sistemi di efficientamento organizzativo


L'analisi e la mappatura dei processi di un'organizzazione, consentono di riorganizzare le attività, razionalizzare l'uso delle risorse, incrementare l’efficacia, l’efficienza e la produttività della struttura stessa.

I nostri servizi a supporto di imprese:

  • Mappatura dei processi interni, gestionali e organizzativi
  • Analisi e ottimizzazione delle prestazioni dei processi individuati
  • Analisi e riduzione dei costi di gestione
  • Ridefinizione dei processi con l'obiettivo di migliorare l'efficienza dell'organizzazione e delle sue prestazioni
  • Progettazione di Innovazione tecnologica e digitalizzazione dei processi
  • Progettazione di economia circolare

Certificazioni